#ODIOLOMOFOBIA – EKATERINA CONTINUERAI A DANZARE IN CIELO

Ekaterina_Khomenko2014

Pochi giorni fa l’omicio di Joao, ragazzo brasiliano di soli 18 anni, e oggi la notizia di Lei. Ekaterina Khomenko, 29 anni, famosa insegnante di danza a San Pietroburgo e conosciuta anche per insegnare il tango a coppie dello stesso sesso. Coraggiosa in tutto quel che faceva purtroppo dobbiamo dirle addio.  Il 7 settembre infatti è stata trovata nella sua auto con la gola tagliata, il motore ancora acceso e i fari accesi.

Oltre al terribile dolore e rabbia va aggunta pure la paura provata dalla comunità LGBT russa visto che questo terribile gesto è stato festeggiato dal famoso gruppo neonazista Occupy Pedofilia antigay (i fedeli di Maxim Martsinkevich un emerito COGLIONE). Cosè Occupy Pedophilia? Un gruppo omofobo russo che ha documentato e diffuso su internet centinaia di video di aggressioni ai danni di ragazzi gay. Il modus operandi del gruppo è noto da tempo: giovani gay venivano adescati su internet ma all’appuntamento trovavano il gruppo neonazista ad attenderli. Torture, umiliazioni e la “confessione” della propria omosessualità venivano filmati. Le immagini finivano poi in rete e una copia veniva data ad amici e conoscemti delle vittime, lasciando che l’omofobia russa facesse il resto attraverso un’emerginazione sociale o l’abbandono da parte delle famiglie. Dopo centinaia di video di torture e umiliazioni Maxim è stato arrestato, indovinate quanti anni gli hanno dato? 5 Anni solo 5!! E sicuramente non li dovrà fare neppure tutti. VERGOGNAAA un torturatore che si diverte a picchiare poveri ragazzi. Non gli bastava doveva filmare e farsi riprendere mentre godeva di quello che faceva. In rete ci sono le foto di lui con accanto i ragazzini bendati e con le ferite inflitte da lui. Quando dicono che il male è tra noi. E’ verissimo. Credo che come molti di noi vengano direttamente dal Signore alcuni invece sgorgano direttamente dall’inferno. Non ditemi che queste persone hanno un anima perchè non ci credo!

Purtroppo nonostante il suo arresto il gruppo di COGLIONI continua il suo operato e questa volta è toccato a Ekaterina. Hanno festeggiato la sua brutale morte scrivendo commenti del tipo “Si doveva morire se lo meritava” e riferito alla comunità LGBT Dovreste tutti essere uccisi.” Sono stato in Russia quest’anno ed è un posto stupendo che purtroppo non fa nulla per combattere gruppi e azioni del genere, un paese con una grande cultura e con una grande ignoranza!

Ma parliamo di te Ekatherina sei vissuta hai creduto in quello che facevi e i tuoi allievi stanno dedicando un flash mob tutto per te per ricordarti e per far vedere che continueranno il tuo operato, tu mia cara continuerai a danzare con loro in ogni loro passo ci sarai Tu!

2x2 2malecouples 2women

Rispondi